cheap jordans wholesale nfl jerseys stainless jewelry wholesale cheap nfl jerseys cheap Nike Air Huarache shoes pompy wtryskowe bombas inyeccion Air Jordan 11 72-10 Retro Black Gym Red White air jordan 5 low chinese new year cubic zirconia wholesale cheap air yeezy 350 boost Authentic MCM Backpack for Sale air jordan 12 cheap cheap ugg boots jordans for sale
Cosa visitare?

Cosa visitare?

Museo Archeologico Nazionale di Muro Lucano

Museo Archeologico Nazionale di Muro LucanoIl Museo si articola in diverse sezioni e presenta la attestazioni archeologiche del territorio della Basilicata nord-occidentale. La prima sezione illustra i risultati degli scavi condotti nell'importante insediamento di Baragiano, attraverso la ricostruzione di un settore della necropoli arcaica , in cui sono stati ricollocati i più significativi corredi funerari. La seconda sezione illustra il processo di romanizzazione dell'area, grazie alle testimonianze provenienti dalle necropoli e dalle numerose ville individuate nel territorio, di cui sono esposti i ricchi mosaici. Uno spazio del museo è riservato alle attività di contrasto degli scavi clandestini condotte dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale - Nucleo di Bari. Una sezione, infine, è dedicata al mestiere di archeologo, allo scavo stratigrafico, alla decifrazione delle storie che la terra racconta a chi cerchi di interpretare il suo linguaggio.

127
La strada rupestre dei mulini

photoIl suggestivo percorso rupestre dei mulini detto anche delle ripesi articola attraverso la forra scavata dal Torrente San Pietro, alle pendici del rilievo sul quale si erge l'abitato di Muro Lucano. Il percorso è costellato da una serie di mulini a ruota orizzontale i cui ruderi sono ancora ben visibili.

Si tratta di opifici dall'ingegnoso funzionamento, motore dell'economia locale per diversi secoli, ininterrottamente attivi fino agli inizi dell'800

Il percorso è praticabile a piedi con scarpe comode.

114
La casa nativa di San Gerardo Majella

photo-------

118
Archeoparco del Basileus (Baragiano)

Archeoparco del BasileusL'Archeoparco del Basileus nasce a Baragiano, in località Toppo Sant'Antonio, su una collina nell'entroterra della Lucania. Proprio qui 2.500 anni fa - contemporaneo a Pitagora che ebbe la sua scuola a Metaponto, città sul mar Ionio - visse e fu sepolto con le armi e i simboli del potere un re dei Peuketiantes. L'Archeoparco del Basileus è una "porta d'ingresso" nella storia e nel mito attraverso l'archeologia lucana, un viaggio che si svolge per mezzo di postazioni scenografiche, in un percorso emozionale e trasversale nel tempo, creato con l'obbiettivo di sorprendere, divertire e far apprendere attraverso oggetti, situazioni, giochi. ùL'Archeoparco del Basileus propone diverse chiavi di lettura, culturale, scientifica, didattica e ludica per avvicinare il pubblico alla conoscenza dell'antichità e della storia. al suo interno, attraverso ricostruzioni scenografiche, viene fornito uno spaccato della Basilicata che va dal VI al IV secolo a.C. L'antico centro abitato corrispondente all'odierna Baragiano si trovava su un pianoro tra due affluenti del fiume Platano, in posizione strategica tra i territori di diverse tribù lucane e alla confluenza di vie di traffico commerciali. Il re della comunità locale dei Peuketiantes venne seppellito con armi di tipo greco (elmo, scudo, spada e punta di lancia) e con un ricco corredo di bronzi e ceramiche decorate con i miti di Eracle e Teseo, importate dell'Attica.

106
Osservatorio Astronomico di Toppo Castelgrande (Castelgrande)

Osservatorio Astronomico di Toppo Castelgrande (Castelgrande)A 20 Km circa di distanza da Muro Lucano si trova l'osservatorio astronomico di Castelgrande uno dei più significativi siti d'Italia per l'osservazione del cielo. L'impianto gode di una posizione privilegiata, favorita dalle condizioni geografiche ed ambientali, la mancanza di inquinamento atmosferico e luminoso creano le condizioni ideali per l'osservazione in quasi tutti i periodi dell'anno. Le visite con relativi avvistamenti si posso concordare in loco o anticipatamente.

La Stazione astronomica di Toppo di Castelgrande ospita un potente telescopio da un metro e mezzo di apertura, indicato con la sigla TT1, da Toppo Telescope n.1. Castelgrande è una delle poche località in Italia con un cielo abbastanza buio da consentire buone osservazioni astronomiche. L'Osservatorio Astronomico di Castelgrande, che è dotato di strumentazione ausiliaria di punta (camera CCD per imaging, spettrografo e fotometro), è uno strumento di ricerca fondamentale per gli astronomi e per la comunità scientifica meridionale. L'Osservatorio è sede del SINGAO, primo centro internazionale in Italia per sperimenti di Astrofisica. Sono possibili visite guidate all'Osservatorio per gruppi di turisti e scolaresche. A loro disposizione un potente telescopio didattico per effettuare personalmente osservazioni astronomiche. Per informazioni ci si può rivolgere al Comune di Castelgrande. (Fonte: APT Basilicata)

111
 Privacy Policy